Addio imitazioni, la Piadina Romagnola diventa IGP

Quando
A partire dal 05/11/2014
Fino al 15/11/2014

Dopo 10 lunghi anni di battaglia, la Piadina Romagnola diventa finalmente marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). Lo ha stabilito ufficialmente la direzione generale Agricoltura della Commissione Europea, dando ragione a tutte le associazioni che da anni lottano per la salvaguardia di un prodotto tipico ed esclusivamente locale qual è la Piadina, troppo spesso contraffatto e malamente imitato. Dunque, addio alle "simil piade" vendute e prodotte in altre regioni d'Italia, d'ora in poi soltanto la piadina (o piada nella variante riminese) esclusivamente prodotta e confezionata in Romagna (province di Forlì-Cesena, Rimini, Ravenna e parte di Bologna) secondo la ricetta approvata dal disciplinare, potrà fregiarsi del titolo di "Piadina Romagnola". 

La ricetta ufficiale approvata

Gli ingredienti base dovranno essere: farina di grano tenero, acqua, sale (pari o inferiore a 25 grammi), grassi (strutto, e/o olio di oliva e/o olio di oliva extravergine fino a 250 grammi), con possibile utilizzo di agenti lievitanti (carbonato acido di sodio, difosfato disodico, amido di mais o frumento, fino a 20 grammi) e divieto assoluto di conservanti, aromi e/o altri additivi. Dopo l’impasto e la porzionatura, si passa alla laminatura attraverso matterello manuale oppure laminatrice meccanica. Infine, cottura fino ad un massimo di 4 minuti da 200 a 250 gradi. Queste le misure ufficiali della piadina romagnola: spessa (4-8 mm) con diametro di 15-25 cm e la variante "sottile" alla riminese (fino a 3 mm) con diametro di 23-30 cm.

Il destino dei chioschi

Uno storico traguardo che però, come spesso accade in questi casi, rischia di avere una ripercussione negativa. Che ne sarà infatti di tutti i chioschi e delle azdore che da sempre danno un tocco originale alla propria ricetta (ad esempio, il classico pizzico di miele)? Potrà fregiarsi della denominazione Romagnola solo la piada industriale e non quella (qualitativamente superiore) artigianale?

Alberghi di Riccione Consigliati

Prossimi Eventi a Riccione